Castello di Schönbrunn

Imperdibile tappa per tutti i fan di Sissi e per inguaribili sognatori, il castello di Schönbrunn vi farà rivevere la Vienna più elegante e colta.

Rivivete l’atmosfera da fiaba dei film di Sissi visitando il Castello di Schönbrunn (Schloss Schönbrunn in tedesco), la residenza estiva degli Asburgo: si tratta di una delle più belle costruzioni barocche d’Europa nonché una delle più romantiche.

Oltre all’imperatore Francesco Giuseppe e alla sua sposa, l’imperatrice Elisabetta più nota come Sissi, hanno abitato a Schloss Schönbrunn anche Napoleone, Maria Teresa d’Asburgo, imperatori d’Austria e altri nobili della corte asburgica.

Le sue sontuose sale decorate con gusto finissimo sono state teatro di eventi che hanno fatto la storia dell’Austria e dell’Europa, come la nascita dell’imperatore Francesco Giuseppe, il Congresso di Vienna, i discorsi di Napoleone, le prime apparizioni pubbliche del “bambino prodigio” Wolfang Amadeus Mozart e la fine della monarchia austriaca nel 1918.

Delle 1441 stanze del castello, “solo”40 sono aperte al pubblico: sufficienti per vivere un’esperienza unica passeggiando nel lusso, ascoltando le storie degli imperatori e delle principesse e immaginando come poteva essere vivere da nobili nell’elegante e colta Vienna del Settecento e dell’Ottocento. Per un giorno anche voi potete essere imperatori.

Quando visitare il castello di Schönbrunn

La reggia di Schönbrunn è aperta tutto l’anno, anche nei giorni festivi. Gli orari di apertura del palazzo, del parco e di funzionamento delle fontane varia a seconda della stagione. L’ultimo ingresso è 45 minuti prima dell’orario di chiusura.

Non esiste un periodo migliore per visitare il castello: in primavera il parco raggiunge la massima fioritura, in estate potrete approfittare del sole e della luce per splendide passeggiate e fotografie, i colori d’autunno sono particolarmente romantici e d’inverno la vista del palazzo innevato è qualcosa di assolutamente indimenticabile.

Le origini del castello

Il palazzo che sarebbe poi diventato castello di Schönbrunn fu di proprietà degli Asburgo a partire dal 1569, quando Massilimiliano II acquistò una tenuta e una residenza in quella che oggi è la zona urbana periferica di Hietzing, all’epoca solo campagna.

Fu la moglie di Ferdinando II, Eleonora Gonzaga, a far costruire una residenza nobiliare nel 1642; pare che proprio a lei si debba il nome Schönbrunn. A un’altra donna, Maria Teresa, si deve l’ampliamento e la trasformazione di Schönbrunn in residenza estiva degli Asburgo. Questa fu l’epoca di maggior sfarzo del castello, che divenne il centro della vita politica e di corte.

All morte di Maria Teresa il castello rimase disabitato per alcuni anni, ma tornò a vivere un’epoca di splendore durante il regno di Francesco Giuseppe.

Con la caduta della monarchia il castello passò di proprietà alla neonata repubblica d’Austria; oggi è di proprietà di una società privata controllata dallo stato.

Nel 1996 il Castello di Schönbrunn è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO.

© Österreich Werbung, Foto: Trumler

Cosa vedere al castello di Schönbrunn

La visita al castello di Schönbrunn è un percorso affascinante nella storia dell’Austria e nella vita di re, imperatori e principesse.

Le sale di Schönbrunn aperte al pubblico comprendono le stanze private di Francesco Giuseppe e Sissi, che corrispondono all’ala occidentale del castello, le sale di rappresentanza nel tratto centrale, gli appartamenti imperiali di Maria Teresa e Francesco Stefano I e l’appartamento in cui abitarono l’arciduchessa Sofia e l’arciduca Francesco Carlo, i genitori di Francesco Giuseppe. La visita ha inizio dallo Scalone Azzurro nell’ala occidentale.

Tra le 40 sale visitabili le più lussuose, curiose o interessanti dal punto di vista storico sono:

  • Sala della Colazione: la più bella tra le sale private di Sissi e Francesco Giuseppe, con una romantica vista sul giardino e ricami fatti a mano da Maria Teresa e le figlie.
  • Sala degli Specchi: qui Mozart suonò all’età di sei anni alla presenza della corte reale nel 1762.
  • Grande Galleria: una delle stanze più opulente del castello, è un tripudio di specchi, lampadari di cristalli, affreschi. Qui si tenne lo storico Congresso di Vienna che decise le sorti politiche dell’Europa.
  • Stanza cinese: stanza circolare usata da Maria Teresa per le sue consultazioni segrete. Attraverso una porta nascosta poteva accedere alle sue stanze private, mentre un’apertura sul pavimento permetteva di far salire nella stanza un tavolo apparecchiato, in modo tale che i nobili ospiti di Maria Teresa potessero cenare senza venir disturbati dalla servitù.
  • Sala Cerimoniale: conserva i dipinti del matrimonio di Giuseppe II con Isabella di Parma realizzati da Martin van Meytens.
  • Stanza cinese blu: in questa stanza abdicò Carlo I nel 1918, determinando la fine della monarchia in Austria.
  • Stanza di Napoleone: come dice il nome, è la stanza dove dormì Napoleone.
  • Stanza dei Milioni: i milioni che danno il nome a questa stanza sono quelli spesi da Maria Teresa per le decorazioni. Non vi sveliamo di che decorazioni si tratta… venite a scoprirlo!
  • Stanza Bergl: conserva dipinti di Johann Wenzl Bergl che sembrano ricreare all’interno il fascino verde del giardino esterno.
Il Schlosstheater di Schönbrunn © Österreich Werbung, Foto: Bartl

Biglietti d’ingresso al castello di Schönbrunn

Per la vostra visita a Schloss Schönbrunn potete scegliere tra due diversi tour.

L’Imperial Tour è il percorso più breve, vi permette di visitare 22 sale nell’ala occidentale e nel tratto centrale del castello e dura circa 35 minuti. Sono compresi nella visita gli appartamenti dell’imperatore Francesco Giuseppe e di Sissi, i saloni delle feste e le sale di rappresentanza. Questo tour è perfetto per chi ha poco tempo o per chi pensa di non poter reggere a troppi stucchi o cristalli!

Per vivere in pieno la magia del castello scegliete il Grand Tour che comprende 40 sale e dura circa 60 minuti. Oltre alla sale visitabili con l’Imperial tour, questo percorso comprende le sale settecentesche dell’epoca di Maria Teresa.

Per il Grand Tour sono disponibili visite guidate in tedesco e in inglese, mentre per entrambi i tour si può richiedere l’audioguida disponibile in 16 lingue, italiano compreso.

Il Sisi ticket è invece un biglietto combinato che permette di visitare a prezzo scontato le tre attrazioni più famose legate alla vita dell’imperatrice più famosa d’Austria (comprende anche Hofburg e il Museo del Mobile con la mostra permanente “Sissi, mito del cinema – arredi imperiali per un capolavoro cinematografico”).

Sono disponibili anche biglietti scontati per bambini e convenienti family pass.

Prenotate online per non rischiare sorprese

Il castello di Schönbrunn è una delle mete più visitate di tutta l’Austria: per evitare code o peggio ancora il tutto esaurito si consiglia di acquistare il biglietto online prima della partenza. In questo modo sarete certi di poter visitare uno dei più bei palazzi d’Europa senza stress!

Giardini di Schönbrunn

Aperti tutto l’anno ad ingresso gratuito, i giardini di Schönbrunn sono un’ideale prosecuzione dello sfarzo del palazzo all’aria aperta, abbelliti da un numero impressionante di fontane, statue, monumenti, alberi e fiori e la sfarzosa Gloriette, una costruzione signorile che ospita una raffinata caffetteria.

Amatissimo dai viennesi, che già dal 1779 possono usufruire dei suoi eleganti viali per rilassanti passeggiate nel verde, il parco ha un’eccezionale valore storico-artistico: calcolate quindi un po’ di tempo da spendere all’esterno prima o dopo la visita al palazzo.

Fanno parte del complesso dei giardini di Schönbrunn anche Il Museo delle Carrozze imperiali, il Giardino del Principe ereditario, il Giardino dell’Orangerie, il dedalo, la Serra delle Palme e la Casa del Deserto, visitabili soltanto acquistando un biglietto separato.

Una famosa attrazione all’interno del parco è il giardino zoologico di Schönbrunn, considerato il più antico zoo del mondo e uno dei migliori in Europa.

Come arrivare al castello di Schönbrunn

Non potrebbe essere più facile raggiungere il castello di Schönbrunn dal centro di Vienna: fermano esattamente davanti al castello la metropolitana U4, il tram 10 e l’autobus 10A. Vi sarà impossibile sbagliare fermata perché dovete scendere alla fermata di… Schönbrunn!

Se viaggiate in auto prendete l’uscita Altmannsdorf della A23 (tangenziale sud-est); se venite dall’autostrada A1 seguite per il centro fino alla Schönbrunner Schlossstrasse 47.

Mappa

Cerchi un alloggio in zona Castello di Schönbrunn?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Castello di Schönbrunn
Mostrami i prezzi