Innsbruck

Al tempo stesso suggestiva località montana e vivace città d’arte inserita in una regione di vette e vallate, Innsbruck davvero offre qualcosa per tutti.

Ci sono località turistiche del “vedere” e altre del “fare”: Innsbruck, la capitale del Tirolo, è entrambe le cose. Perfetta sia per vacanze estive che per vacanze invernali, Innsbruck è una graziosa città di origine medievale incastonata tra vette alpine di straordinaria bellezza: un matrimonio ben riuscito di ambiente urbano e montano.

È una città dove si possono vivere romantiche esperienze come lo shopping al mercatino di Natale, un pomeriggio alle terme e la visita al museo delle campane oppure si può mettere alla prova il proprio coraggio con continue scariche di adrenalina buttandosi giù da piste sci con pendenza del 70%, raggiungendo i 100 kmh su una pista da bob olimpica o gettandosi da un ponte alto 192 metri (e questi sono solo alcuni esempi!).

La sera potete ritirarvi in un ristorantino tipico a gustare le specialità della cucina tirolese, magari aggiungendo al programma della serata un concerto di musica classica o folcloristica, oppure recuperare le forze in hotel per poi scatenarvi al ritmo di dance ed elettronica.

Cosa vedere a Innsbruck

Situato a 574 metri di altitudine, il centro storico di Innsbruck è grazioso e ricco di attrattive culturali e storiche, incorniciato dalle meravigliose alpi tirolesi che sembrano spuntare da ogni angolo: merita davvero una visita.

Museo del tetto d’oro

Il simbolo di Innsbruck è il Museo del tetto d’oro, una loggia che si fece costruire l’imperatore Massimiliano I per poter osservare i tornei che si svolgevano sulla piazza sottostante.

Le 2657 tegole che decorano il tetto non sono d’oro ma di più umile rame, eppure nessuno oserebbe ribattere al nome con cui la costruzione è nota: il luccicchio del tetto illuminato dal sole non si potrebbe definire altro che “dorato”, e non stupisce che proprio questa sia l’immagine più famosa di Innsbruck.

Il museo ospitato all’interno della loggia vi farà conoscere il bizzarro imperatore Massimiliano I, usi e costumi dei suoi tempi e la storia di questo magnifico edificio. Durante la visita potrete imitare il nobile Massimiliano e ammirare dall’alto la piazza cittadina.

Chiesa di Corte

Un’altra meraviglia della Innsbruck d’altri tempi è la Chiesa di Corte, costruita nel Cinquecento per ospitare le spoglie dell’imperatore Massimiliano I, morto nel 1519. È il più monumentale e in un certo senso inutile sepolcro imperiale d’Europa: magnifico ma vuoto (l’imperatore venne sepolto nella fortezza di Wiener Neustadt).

Bisogna dire che con tanto sfarzo davanti ai nostri occhi non si avverte la mancanza dell’imperatore… 28 magnifiche statue di bronzo, raffiguranti avi e idoli di Massimiliano I, affiancano il suo monumento sepolcrale; la chiesa conserva altri preziosissimi tesori artistici tra cui opere di Albrecht Dürer, Alexander Colin e Peter Vischer il Vecchio.

Trampolino da sci olimpico del Bergisel

Un’attrazione imperdibile per gli amanti dello sport, dell’architettura contemporanea e delle viste panoramiche è il trampolino del Bergisel, un’iconica costruzione progettata dalla premiata architetta irachena Zaha Hadid che sembra quasi un’enorme scala di vetro e acciaio protesa verso il cielo: definirla “impianto sportivo” suonerebbe riduttivo.

Il trampolino viene ancora oggi usato per allenamenti di professionisti e competizioni di livello internazionale: è possibile assistere agli allenamenti da maggio a luglio, mentre l’evento clou si tiene a gennaio.

In ogni momento dell’anno i turisti possono prendere un ascensore e salire sulla terrazza panoramica in cima alla torre alta 50 metri per godere di una stupenda vista sulla città di Innsbruck e sulle montagne circostanti.

Ai piedi del trampolino sorge un piccolo museo dedicato alla storia del salto con gli sci e ai suoi leggendari protagonisti: l’ingresso al museo è gratuito con il biglietto della terrazza panoramica.

Nordketten Bahnen

Grazie agli impianti di risalita della Nordkettenbahn potrete arrivare a quota 2000 metri dalla città di Innsbruck in soli 20 minuti. Questa futuristica funivia è stata progettata da Zaha Hadid, la stessa mente creatrice dell’impressionante trampolino da sci, e vi porta in cima a uno dei gioielli delle Alpi, la catena montuosa Nordketten.

Potete scegliere se fermarvi a Seegrube oppure salire altri 300 metri fino a Hafelekar; una volta in cima godervi lo spettacolo mozzafiato delle Alpi e poi scegliere tra varie passeggiate, alcune brevi e alla portata di tutti, altre più difficoltose. Il venerdì la funivia funziona anche la sera.

Palazzi

Anche Innsbruck può vantare un suo Palazzo Imperiale, costruito come un castello dall’arciduca Sigismondo il Danaroso nel XV secolo e ampliato dall’Imperatore Massimiliano I nel secolo successivo. Fu però Maria Teresa nel XVIII secolo a trasformarlo nell’elegante palazzo che oggi possiamo ammirare.

Dopo un attento restauro, il palazzo è tornato allo sfarzo originario e si può ammirare in tutto il suo splendore. La sala che suscita più stupore tra i visitatori è la sontuosa Riesensall o Sala dei Giganti, adornata con ritratti e affreschi dei figli di Maria Teresa.

Appena fuori Innsbruck, arroccato su una collina, si trova l’elegantissimo castello rinascimentale di Schloss Ambras, oggi sede museale che ospita tre originalissime collezioni di arte, reperti storici e bizzarrie messe insieme dai nobili tirolesi nel corso dei secoli, a partire dall’arciduca Ferdinando II nel Cinquecento.

La Collezione di Armature vi catapulterà indietro nel Medioevo mentre visitando la sezione di Arte e Meraviglie potrete vedere pezzi unici come… uno squalo pietrificato, una sedia per intrappolare gli ospiti ubriachi e altre bizzarrie. Dopo tante stranezze, la Collezione di Ritratti vi sembrerà qualcosa di già visto, ma dedicatele attenzione perché comprende dipinti di artisti del calibro di Tiziano, van Dyck e Vélazquez.

I curatissimi giardini di Schloss Ambras, ricchissimi di piante antiche, sono una popolare meta di gite domenicali per le famiglie della zona.

Musei

A Innsbruck è possibile trovare una gran quantità di interessanti musei. Vi segnaliamo quelli da non perdere:

  • Ferdinandeum: fondato quasi 200 anni fa, questo museo è stato per tantissimo tempo il terzo museo nazionale ed ancora oggi è una delle più prestigiose istituzioni culturali del paese. Le sue preziose collezioni artistiche ripercorrono la storia del Tirolo e tracciano un profilo dell’identità tirolese, partendo dalle collezioni preistoriche e protostoriche, passando per l’età della pietra, del bronzo, del ferro, dell’età romana fino al primo Medioevo.
  • Audioversum: un modernissimo museo interattivo interamente dedicato all’udito e al suono, adatto anche ai più piccoli.
  • Glassmayr Glockenmuseum: un romanticissimo museo dal tocco nostalgico che espone una straordinaria collezione di campane messa insieme dalla famiglia Glassmayr, fondatrice di una storica fonderia di campane in attività da oltre 400 anni. Potrete ammirare campane storiche, comprese alcune di stile romanico e gotico, assistere alla produzione e provare a riconoscere i vari toni delle campane.
  • Aut. architektur und tirol: centro culturale che organizza mostre ed eventi dedicati all’architettura.
  • Museo civico: consigliato a chi vuole saperne di più sulla storia della città e sugli artisti locali.

Cosa fare a Innsbruck

Per chi non ama stare fermo Innsbruck è la meta ideale: le possibilità di sport e attività da praticare in estate o in inverno sono praticamente infinite.

Lo sci è sicuramente uno degli sport più praticati e le piste da sci di Innsbruck sono a dir poco leggendarie. Potrete praticare sia il classico sci in discesa, sia sci di fondo e snowboard, con centinaia di chilometri di piste adatte per tutti i livelli.

Gli amanti delle camminate potranno esplorare le splendide montagne della zona con trekking; i più esperti potranno cimentarsi in impegnative ferrate e arrampicate.

Si sta sviluppando sempre più anche il turismo legato alla mountain bike. C’è una varietà di percorsi mtb adatta a tutti i livelli, compreso l’impegnativo circuito downhill d Nordkette Singletrail che metterà alla prova i riders più temerari.

Altri sport che potete praticare a Innsbruck sono canyoning, rafting, paragliding e sport estremi. Se siete amanti del brivido ecco due esperienze che non dovete assolutamente perdervi.

La prima è fare bungee jumping dal ponte Europabrücke: si tratta di uno dei più spaventosi salti nel vuoto che possiate fare in Europa.

L’altra è provare l’ebbrezza di salire su un bob in compagnia di uno sportivo professionista e sfrecciare a 100 kmh sulla Olympiabob-bahn, la pista da bob olimpica costruita per le Olimpiadi del 1976: è lunga 800 metri e ha 10 curve da capogiro.

Olympiaworld

Olympiaworld è il fiore all’occhiello degli impianti sportivi di Innsbruck: un modernissimo complesso distribuito su migliaia di metri quadrati dove è possibile praticare numerosi sport in ogni stagione, con attrezzature adatte a tutti i livelli, dalle famiglie ai giocatori professionisti.

Olympiaworld è anche sede di grandi eventi come concerti e competizioni sportive.

Mercatino di Natale di Innsbruck

Il mercatino di Natale di Innsbruck viene sicuramente dopo quelli di Vienna e Salisburgo ma è comunque uno dei più famosi d’Austria.

Da metà novembre fino al giorno dell’Epifania l’Aldstadt, il cuore storico di Innsbruck, viene addobbata a festa mentre nella Marktplatz viene allestito il tradizionale mercatino dove potrete acquistare graziosissimi addobbi natalizi, assaggiare le prelibatezze della cucina tirolese e scaldarvi con vin brulè.

Attenti al Krampus

Il giorno dicembre, vigilia di San Nicola, si svolge la tradizionale corsa dei Krampus, demoni-caproni dotati di catene e cesti che escono a caccia di bambini cattivi per portarli con loro all’inferno. I bambini gridano di terrore, mentre gli adulti si divertono un mondo a vedere questi folli uomini mascherati.

Il krampus è una figura tipica del Natale in alcune zone del nord Italia, in Austria e nella Germania meridionale.

Eventi

Innsbruck è una città molto vitale, con un fitto calendario di eventi che riflettono le molteplici anime della capitale tirolese.

Naturalmente non mancano i grandi eventi sportivi, come la divertentissima Coppa del Mondo di Slittino e il Torneo dei Quattro Trampolini in cui si sfidano i migliori saltatori di sci al mondo, ma il calendario di Innsbruck comprende anche eventi culturali come festival di musica classica e barocca o dance party per i più giovani.

Dove dormire a Innsbruck

Con la sua particolare caratteristica di città medio-grande immersa in un contesto montano Innsbruck offre alloggi adatti a diversi tipi di vacanzieri: potete scegliere tra hotel in città e hotel sulle montagne, dai più tradizionali ai più moderni.

L’offerta alberghiera di Innsbruck e dintorni comprende anche case e appartamenti vacanza, camere presso privati, campeggi e ostelli. Per qualcosa di speciale concedetevi una o più notti in un hotel spa, magari con vista sulle montagne.

Come arrivare a Innsbruck

La città di Innsbruck è dotata di un moderno aeroporto internazionale, purtroppo però non offre voli diretti per l’Italia.

Arrivare in auto a Innsbruck dall’Italia è invece semplicissimo grazie al collegamento autostradale della A22: da Milano potrete arrivare a destinazione in 4 ore e mezza, mentre se partite da Roma calcolate più di 7 ore.

Non ci sono nemmeno treni diretti dall’Italia, ma potete arrivare a Salisburgo o Vienna con un treno notturno e da lì raggiungere facilmente Innsbruck, che è ben collegata con tutte le principali località austriache. Un’ozpione economica, anche se un po’ più scomoda, sono gli autobus delle compagnie internazionali low cost.

Mappa

Cerchi un alloggio a Innsbruck?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Innsbruck
Mostrami i prezzi